Un progetto per l’Europa

una nuova primavera europea

Un progetto per l’Europa

In occasione dell’importante appuntamento delle Elezioni Europee di maggio 2019, il CEEP (Centro Ecumenico Europeo per la Pace), insieme alle ACLI Lombardia e con il sostegno di Fondazione Cariplo, promuove una serie di percorsi e proposte aperti alla cittadinanza lombarda, pensati come spazi di incontro, dialogo e confronto sui destini dell’Unione europea e sul ruolo della società civile nella costruzione di un futuro di pace, coesione sociale e armonia fra i popoli.

Diversi appuntamenti si terranno nel mese di marzo, simbolicamente all’avvio della stagione primaverile, proprio per dare il segnale di una rinascita e per esprimere la volontà di rivitalizzare uno degli spazi di civiltà, l’Unione Europea, più importanti del nostro pianeta.

Insieme a una serie di eventi, fra i quali un momento di preghiera ecumenica in sintonia con la Giornata Mondiale di Preghiera (1 marzo), un incontro coi giovani studenti delle scuole di formazione professionale e i loro docenti (19 marzo – Santa Messa e Flash Mob #stessabandiera) e un convegno aperto alla cittadinanza (21 marzo), verrà dato risalto alle molte iniziative della rete di organizzazioni ed enti con cui il CEEP collabora, così da dare risonanza ai vari momenti di incontro e sensibilizzare le persone sul ruolo fondamentale che l’Unione Europea ha nelle nostre vite e per il nostro futuro.

Il Centro Ecumenico, da sempre impegnato in attività di sensibilizzazione della cittadinanza sui temi del dialogo interreligioso, della tolleranza e della fratellanza, oltre che nella promozione di momenti formativi per i più giovani, intende, a poco più di vent’anni dalla Conferenza Europa: quadrare il cerchio promossa su iniziativa del Cardinal Martini, contribuire nel rivitalizzare il progetto europeo, infondendovi nuova linfa e rafforzando le basi sociali e storiche della sua costruzione.

Per questo abbiamo lavorato a questo progetto, con l’intenzione di: 

  • aprire uno spazio di confronto e approfondimento multidisciplinare sull’Unione Europea, con particolare riferimento alla sua storia, allo stato presente, agli scenari futuri;
  • sostenere una comunità che, operando tra Lombardia ed Europa, sia capace di promuovere cultura, educazione, proposte sui temi europei con una visione di ampio respiro e lungo periodo;
  • raccordare e promuovere le iniziative, soprattutto rivolte ai giovani, sui temi europei realizzate sul territorio da persone, enti e organizzazioni, così da favorire la partecipazione e darne risonanza ai vari eventi;
  • realizzare azioni di sensibilizzazione e coinvolgimento della cittadinanza per promuovere la partecipazione al voto alle prossime elezioni europee, impegnandoci poi ad analizzarne e valutarne i risultati.

Attraverso le tappe del percorso proposto e grazie alle molte iniziative che si terranno nei prossimi mesi, vorremmo accrescere la consapevolezza da parte dei cittadini, in particolare nei confronti delle nuove generazioni, rispetto alle conquiste positive che l’integrazione europea ha diffuso e che troppo spesso consideriamo come già acquisite e scontate o delle quali abbiamo perso la memoria storica dei travagli che hanno portato alla loro creazione.

Ascoltando le voci dei cittadini vorremmo approfondire quali siano le strade percorribili per salvare tutto ciò che di positivo ha rappresentato (e rappresenta) il progetto europeo capire come è possibile, insieme, correggerne gli aspetti problematici.

Il CEEP spera di poter fare la propria parte aprendo uno spazio di dialogo ecumenico e di pace, ma per salvare l’Europa c’è bisogno dell’impegno di ognuno di noi, di tutti noi!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *